L'ANGELUS

Papa Francesco: Dio ci attende sempre a braccia aperte

Papa Francesco: nessuno e' irrecuperabile, Dio ci attende a braccia aperte

"Quando il peccatore si converte e si fa ritrovare da Dio non lo attendono rimproveri e durezze, perche' Dio salva, riaccoglie a casa con gioia e fa festa". Lo ha sottolineato Papa Francesco nella breve catechesi che ha preceduto l'Angelus, nel quale ha ricordato la parabola del Figio prodigo. "Il messaggio del Vangelo di oggi - ha detto - ci infonde grande speranza e lo possiamo sintetizzare cosi': non c'e' peccato in cui siamo caduti da cui, con la grazia di Dio, non possiamo risorgere; non c'e' una persona irrecuperabile, perche' Dio non smette mai di volere il nostro bene, anche quando pecchiamo!". "Dio - ha assicurato Francesco - aspetta a braccia aperte il nostro rimetterci in viaggio, ci attende con pazienza, ci vede quando ancora siamo lontano, ci corre incontro, ci abbraccia, ci perdona ci perdona. E il suo perdono cancella il passato e ci rigenera nell'amore. Questa e' la debolezza di Dio: quando ci abbraccia perde la memoria, dimentica il passato". Papa Francesco, inoltre, ha voluto invitare oggi la folla di piazza San Pietro "ad una speciale preghiera per il Gabon, che sta attraversando un momento di grave crisi politica". "Affido al Signore - ha detto il Papa - le vittime degli scontri e i loro familiari. Mi associo ai vescovi di quel caro Paese africano per invitare le parti a rifiutare ogni violenza e ad avere sempre come obiettivo il bene comune. Incoraggio tutti, in particolare i cattolici, ad essere costruttori di pace nel rispetto della legalita', nel dialogo e nella fraternita'". Papa Francesco poi ha reso omaggio all'Angelus alla figura di don Ladislao Bukowinski, sacerdote e parroco, perseguitato per la sua fede" dal regime di Stalin, che oggi, a Karaganda, in Kazakhstan, viene proclamato beato. "Quanto ha sofferto quest'uomo, quanto!", ha esclamato Bergoglio rivolto alla folla dei fedeli. "Nella sua vita ha dimostrato sempre grande amore ai piu' deboli e bisognosi e la sua testimonianza appare come un condensato delle opere di misericordia spirituali e corporali", ha affermato il Papa.

Categoria:

Regione: