Omicidio-suicidio

Tragedia a Vasanello, spara alla ragazza e poi si toglie la vita

Tragedia a Vasanello, spara alla ragazza e poi si toglie la vita
Silvia e Francesco
Morire a trent'anni. Per mano dell'uomo che hai amato. Succede a Vasanello, in provincia di Viterbo nel tardo pomeriggio di venerdì 17, quando, in una Renault Megane parcheggiata sulla strada vasanellese sono stati ritrovati due cadaveri, Silvia Tabacchi e Francesco Marigliani, entrambi trentenni.

Morire a trent'anni. Per mano dell'uomo che hai amato.
Succede a Vasanello, in provincia di Viterbo nel tardo pomeriggio di venerdì 17, quando, in una Renault Megane parcheggiata sulla strada vasanellese sono stati ritrovati due cadaveri, Silvia Tabacchi e Francesco Marigliani, entrambi trentenni.

Dalle prime ricostruzioni, il ragazzo avrebbe sparato in testa all'ex fidanzata uccidendola e poi si sarebbe tolto la vita.

Tre colpi di pistola in tutto. Sono stati quelli ad allarmare i passanti che hanno subito avvisato le forze dell'ordine.
A quanto pare, alla base dell'omicidio-suicidio ci sarebbe il movente della gelosia.
Silvia infatti, dopo circa sedici anni di fidanzamento, avrebbe deciso di lasciare Francesco ed ultimamente stava frequentando un altro ragazzo.
Profondamente sconvolta l'intera comunità vasanellese.
Il sindaco ha proclamato il lutto cittadino.